Everyone sees what you appear to be, few experience what you really are.

Do you know how many nights I’ve spent twisting your English off my tongue? I do not take pride in your English. I want to stumble on my words. I want to speak with an accent so thick that it requires silence. I want you to struggle to understand me. Realize your English is not superior. Your English does not equate intelligence. Do not compliment me on how well I have accepted colonization. I do not want your pat on the back. I was forced to learn this language. I didn’t choose to. Your English disconnects me from my people. I am deaf to my own sacred language because of your English.

Your English has done nothing for me.

Finché si è inquieti, si può stare tranquilli

darksilenceinsuburbia:

Shaun Kardinal

Flying Formation

Via

Love it!

coverjunkie:

Dapper looking window Amsterdam (bij Czaar Peterstraat Amsterdam)

Beautiful

coverjunkie:

Dapper looking window Amsterdam (bij Czaar Peterstraat Amsterdam)

Beautiful

depression: Italians football players

The worst of being Italian, as far as I am concerned, it is not only having politicians who are only interested in making money, but also football players that need a motivation to play for their Nation and at the world cup.

This is so depressing to me, a football player in my younger years who grow up with rolefootballplayersmodel such as Zico or Gentile. People who gave everything on the field.I think they enjoyed playing football, and maybe that’s what they are missing now.

So to Italians football players who don’ t enjoy it anymore, please take a vacation and go somewhere else. You don’t deserve the Italian tshirt , the role someone else gave to you and you accepted . You are acting the same way as our politicians.
You forgot for whom you are playing, don’t you?

Premesso che sono fuori tempo massimo, e che solo adesso ho affrontato la lettura della trilogia di Stieg Larsson, posso dirvi che a pag. 45 del terzo volume (ieri dopo aver finito il 2°, sono uscita a comprarlo) ho realizzato che mi piace tanto per diversi motivi.Il principale è l’etica dei personaggi. Possono essere confusi e pieni di mancanze, eppure tutti ad un certo punto si trovano a fare una scelta, a decidere da che parte stare e, nel caso, prendere una posizione, metterci la faccia.Mi piace che di fronte all’evidenza, alcuni personaggi hanno creduto alla coerenza degli atti della persona e non al quanto si dice sulla persona. Mi piace che la lealtà sia importante (vedasi ad es. come Erika e MiKael trattano Harriet o Armanskji , Mimmi, Paolo Roberto e Michael, Lisbeth e come quest’ultima prenda sul serio le proprie responsabilità).Mi piace che investighino e che non credano a quel che leggono/sentono.Mi piace che nel dare le informazioni, seguano la loro integrità.Mi piace che Mikael dannatissimo Blomkvist (e a modo suo Lisbeth Salander), quando fa un lavoro, vada avanti come un mastino e non smetta fino a quando ha la soluzione.Sì, lo so che è solo finzione, ma come era la vita di Stieg Larsson? In cosa credeva nella vita reale? Descrivendo personaggi come Erika, Sonja, Harriet, Mimmi, la ragazza delle Evil fingers, Annika ed ovviamente Lisbeth, che immagine dà di differenti tipologie di donne? Che figure maschili propone? Che posizione ha preso? Riesce ad uscire dal luogo comune? E Che tipo di giornalismo al di là di tutto vince? Chi ha letto sa cosa rispondere, per chi non ha letto, come me, è ora di affezionarsi 
;)
Illustrazione di Ale+Ale
 ed. Marsilio La regina dei Castelli di sabbia

Premesso che sono fuori tempo massimo, e che solo adesso ho affrontato la lettura della trilogia di Stieg Larsson, posso dirvi che a pag. 45 del terzo volume (ieri dopo aver finito il 2°, sono uscita a comprarlo) ho realizzato che mi piace tanto per diversi motivi.

Il principale è l’etica dei personaggi. Possono essere confusi e pieni di mancanze, eppure tutti ad un certo punto si trovano a fare una scelta, a decidere da che parte stare e, nel caso, prendere una posizione, metterci la faccia.

Mi piace che di fronte all’evidenza, alcuni personaggi hanno creduto alla coerenza degli atti della persona e non al quanto si dice sulla persona. Mi piace che la lealtà sia importante (vedasi ad es. come Erika e MiKael trattano Harriet o Armanskji , Mimmi, Paolo Roberto e Michael, Lisbeth e come quest’ultima prenda sul serio le proprie responsabilità).

Mi piace che investighino e che non credano a quel che leggono/sentono.
Mi piace che nel dare le informazioni, seguano la loro integrità.

Mi piace che Mikael dannatissimo Blomkvist (e a modo suo Lisbeth Salander), quando fa un lavoro, vada avanti come un mastino e non smetta fino a quando ha la soluzione.

Sì, lo so che è solo finzione, ma come era la vita di Stieg Larsson? In cosa credeva nella vita reale? Descrivendo personaggi come Erika, Sonja, Harriet, Mimmi, la ragazza delle Evil fingers, Annika ed ovviamente Lisbeth, che immagine dà di differenti tipologie di donne? Che figure maschili propone? Che posizione ha preso? Riesce ad uscire dal luogo comune? E Che tipo di giornalismo al di là di tutto vince? 

Chi ha letto sa cosa rispondere, per chi non ha letto, come me, è ora di affezionarsi

;)

Illustrazione di Ale+Ale

 ed. Marsilio La regina dei Castelli di sabbia

She was too much under the influence of an ardent imagination to adhere to common rules.
fallontonight:

Tonight’s our first night in Orlando and J.Lo will by stopping by! Get your tight pants ready! #FallonOrlando #FallonTonight

O Pitbul why;)

fallontonight:

Tonight’s our first night in Orlando and J.Lo will by stopping by! Get your tight pants ready! #FallonOrlando #FallonTonight

O Pitbul why;)

Writing is a form of therapy; sometimes I wonder how all those who do not write, compose, or paint can manage to escape the madness, melancholia, the panic and fear which is inherent in a human situation